Giovani e Musica

Riflessioni su una scelta di vita

 

Giovani e Musica

La Musica tocca l’anima, esprime i sentimenti più intimi e nascosti, rende allegri, tristi, malinconici, ma soprattutto rende gli uomini liberi, parlando a tutti senza bisogno di interpreti.

Una passione immensa spinge giovani allievi a dedicare tutto il loro tempo allo studio di uno strumento. Una dedizione assoluta guida un grande musicista a dedicare tutto sé stesso ai suoi giovani studenti.

Tutti insieme formano un patrimonio di risorse umane eccezionali che dovremmo cercare di preservare, soprattutto considerata la situazione culturale e sociale dei nostri giorni.

Gli Autori

Gli Autori sono Bruno Bosio e alcuni suoi allievi del Conservatorio di Torino: Marianna Caputo, Matteo Catalano, Chiara Falcone, Elettra Pomponio e Pietro Verna.

Bruno Bosio è nato nel 1954. Suoi Maestri furono Maria Golia e Orazio Frugoni. Contemporaneamente svolse gli studi di Violino. Docente al Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro dal 1978 al 1983 e attualmente docente presso il Giuseppe Verdi di Torino. Giovanissimo intraprende l’attività concertistica. La critica ne esalta il controllo del suono e la profonda capacità interpretativa. Unico giovane pianista italiano a partecipare alle celebrazioni per il 150° anniversario della nascita di Johannes Brahms nel 1983, eseguendo il 2° Concerto in Sib Magg. op. 83 con l’Orchestra Philarmonia Ungarica diretta da Uriel Segal. Profondamente inte-ressato alle problematiche tecniche, è autore di due raccolte di esercizi (Casa Editrice Pizzicato, Udine, 1994-2015).

Il sommario

Leggi un brano

Introduzione
Bruno Bosio
Pietro – di Pietro Verna
Marianna – di Marianna Caputo
Chiara – di Chiara Falcone
Elettra – di Elettra Pomponio
Matteo – di Matteo Catalano

Brano